Πέμπτη, 4 Οκτωβρίου 2012

Un giorno questo dolore ti sarà utile - Peter Cameron, Adelphi





Recensione scritta da Sabina Loizzo


La prima parola che mi viene in mente per descrivere questo libro è “Bellissimo!”.
A voler indagare un pò, si tratta di un romanzo ironico, irriverente, geniale in ogni suo punto.
Nell’estate del 2003, James Sveck lavora nella galleria d’arte della madre a Manhattan, partita per l’ennesima l’una di miele e tornata pochi giorni dopo per l’ennesima delusione d’amore. Un padre avvocato, una sorella in una relazione con il suo professore universitario, James trascorre le sue giornate a guardare case in vendita nel Kansas, unica fuga, per come la vede lui, dall’imminente viaggio verso la Brown University nella quale è stato accettato. Ma James non sa se vuole frequentare quell’università. Non sa nemmeno se vuole andarci davvero all’università. “Non mi piace la gente della mia età”, risponde James a chi gli chiede il perché del suo rifiuto a un’istruzione superiore. Ma la realtà è ben più complicata e i motivi sono ben più profondi e radicati nel suo animo… 
“Un giorno questo dolore ti sarà utile” è, sicuramente, la conferma del talento di Peter Cameron, una grande prova letteraria dalla scrittura vivace, dinamica, stimolante.
Impossibile non riconoscere in James Sveck, una rivisitazione moderna dell’indimenticabile Giovane Holdendi Salinger. Il mondo cambia, le mode e gli adolescenti pure, ma il senso di inadeguatezza verso l’esterno e la paura per il futuro, che ci assale quando si è giovani e in procinto di inaugurare una nuova fase della propria vita, sono sempre gli stessi.
In una New York sempre più topica ma comunque sempre affascinante, la storia di James viene raccontata attraverso la prospettiva di un diciottenne e, quindi, con la leggerezza e la freschezza che ne conseguono. Tuttavia, James è un pò più sveglio dei suoi coetanei e più sensibile al mondo che lo circonda. Con il suo sguardo acuto e sarcastico, osserva la sua famiglia, la sua città, la sua vita. E pensa, riflette, questo ragazzo. Un cervello sempre in funzione, il suo, capace di partorire idee e pensieri incredibilmente spiazzanti nella loro veridicità, così vicini alla realtà che affrontiamo tutti i giorni. Questo incontrollabile flusso di pensieri, reso con maestria da Cameron, ci diverte, ci emoziona, ci ispira, ma, soprattutto, ci aiuta sentirci un pò meno soli ogni qualvolta il mondo appare incomprensibile e sembra sopraffarci.
Davvero un’ottima lettura, a partire dal titolo, di quelli che pensi non avrebbero potuto trovarne uno più bello.

Puoi acquistare questo libro qui


Δεν υπάρχουν σχόλια:

Δημοσίευση σχολίου